fbpx
 

Alienazione parentale: evento formativo a Roma

Alienazione parentale: evento formativo a Roma

Aires e Ami organizzano a Roma per il 15 giugno l’evento formativo multidisciplinare sul tema “Alienazione parentale. Quando il minore rifiuta il genitore”

di Redazione – “Alienazione parentale. Quando il minore rifiuta il genitore”. Si discuter di questo nell’evento formativo multidisciplinare organizzato da Aires e Ami per il prossimo 15 giugno a Roma, nella cornice della sala della Protomoteca del Campidoglio.

L’evento, fortemente voluto dalla psicologa e psicoterapeuta Maddalena Cialdella (Aires) e dal presidente Ami Gian Ettore Gassani, sar aperto a tutti gratuitamente e consister in una giornata di confronto a pi voci.

Leggi il programma del convegno

L’alienazione genitoriale, “conseguenza dell’orrenda contesa dei figli nelle procedure di separazione e divorzio (ma anche nell’ambito dei contrasti nelle coppie di fatto), una piaga sociale. Occorre porvi rimedio. Siamo gi fuori tempo massimo” si legge in una nota sul sito Ami. I danni patiti dai minori “al centro di aspri contrasti dei loro genitori sono sotto gli occhi di tutti” ecco perch prosegue la nota “bisogna parlarne senza reticenze e senza ipocrisie. Bisogna qualificare e specializzare gli addetti ai lavori, varare norme di contrasto efficace nei confronti dei genitori alienanti, lavorare su una diversa cultura sociale”.

Le convenzioni internazionali, ratificate dall’Italia, ricordano questi principi, tuttavia “nel nostro paese i provvedimenti giurisdizionali trovano difficolt nella loro esecuzione e raramente si registrano sanzioni significative nei confronti dei genitori che commettono reati (art. 388 c.p.) o illeciti civili (art. 709 ter c.p.p.)” prosegue la nota e l’Italia ” stata pi volte condannata dalla CEDU per violazione del principio della bigenitorialit”.

Da qui il tema del convegno, perch a prescindere dal “gran parlare, stucchevole e in mala fede, sull’esistenza o meno della PAS (sindrome da alienazione genitoriale)” e se la stessa sia “codificabile o meno dalla psichiatria mondiale” non questo il problema, conclude la nota. Il dato certo che non ammette discussioni infatti ” che la violenza dei genitori distrugge i figli”.

Fonte: Studio Cataldi