fbpx
 

Bonus casa, ecco la mappa degli incentivi che saranno prorogati al 2020

Bonus casa, ecco la mappa degli incentivi che saranno prorogati al 2020

In particolare, senza l’annunciata proroga, scadrebbe alla fine del 2019 l’aumento dal 36% al 50% della detrazione Irpef, introdotto dal 26 giugno 2012, sugli interventi effettuati per recuperare il patrimonio edilizio, come le manutenzioni straordinarie, quelle ordinarie su parti comuni condominiali di edifici residenziali, i restauri e risanamenti conservativi, le ristrutturazioni edilizie, altri interventi minori tra cui il risparmio energetico non «qualificato».

La proroga annunciata dovrebbe riguardare anche il limite massimo di spesa per singola unità immobiliare e relative pertinenze, che a regime è di 48mila euro, ma che dal 26 giugno 2012 è stato aumentato a 96mila euro. Si auspica, comunque, un incremento di questo importo, perché risulta spesso basso per gli interventi di ristrutturazione edilizia.

LEGGI ANCHE / Lavori in casa, la guida completa allo sconto in fattura (incognite comprese)

Senza la proroga al 2020, scadrebbero il 31 dicembre 2019 anche le seguenti detrazioni:

la detrazione Irpef del 36% per la realizzazione e la manutenzione straordinaria di giardini (con limite di spesa di 5mila euro per unità immobiliare ad uso abitativo, da ripartire in dieci quote annuali costanti);

Fonte: ilSole24ore