Entrate tributarie, boom dei ruoli incassati (+23,1%)

Entrate tributarie, boom dei ruoli incassati (+23,1%)

Crescono le entrate tributarie e contributive del 2017 rispetto al 2016: lo confermano i dati resi noti oggi dal ministero dell’Economia, secondo i quali nel periodo gennaio-agosto c’ stato un incremento del 2,6% (+11.197 milioni di euro) rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. L’aumento registrato la risultante tra la crescita delle entrate tributarie (+6.005 milioni di euro, +2,1%) e quella evidenziata, in termini di cassa, dalle entrate contributive (+5.192 milioni di euro, +3,6%).

La crescita pi elevata riguarda il gettito dei ruoli incassati (+1.304 milioni di euro, +23,1%). Salgono anche le entrate degli enti territoriali (+678 milioni di euro, +2,1 per cento) e le imposte contabilizzate al bilancio dello Stato registrano una variazione positiva (+3.968 milioni di euro, +1,4%). Al contrario le poste correttive – che nettizzano il bilancio dello Stato – risultano in lieve diminuzione rispetto allo stesso periodo del 2016 (-55 milioni di euro, -0,2%).

Nei primi otto mesi del 2017 le entrate tributarie erariali, accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 287.045 milioni di euro, +1,4 % rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le imposte dirette risultano pari a 155.470 milioni di euro (+0,4%), mentre quelle indirette ammontano a 131.575 milioni di euro (+2,7%).

Tra le imposte dirette, il gettito Irpef si attestato a 120.093 milioni di euro (+1,5%; l’andamento delle ritenute Irpef risulta positivo (+1,6%) nonostante gli effetti negativi sul gettito di alcune misure introdotte dalla legge di Stabilit per il 2017, come la modifica delle detrazioni per redditi di pensione e le revisioni al regime della detassazione dei premi di produttivit.

L’Ires risultata pari a 16.779 milioni di euro (-2,3%), recuperando con il risultato del mese di agosto (+670 milioni di euro) il calo registrato nei mesi di giugno e luglio determinato dal differimento delle scadenze di versamento.

Tra le imposte indirette, le entrate Iva ammontano a 79.430 milioni di euro (+3,2%): 70.605 milioni di euro derivano dalla componente relativa agli scambi interni sulla quale incidono gli effetti della prima fase di applicazione del Dl 50/2017 che prevede che i soggetti interessati all’ampliamento del meccanismo della scissione dei pagamenti trattengano l’Iva dovuta sugli acquisti per versarla all’erario nell’ultimo bimestre dell’anno; mentre 8.825 milioni derivano dal prelievo sulle importazioni influenzato dall’andamento del prezzo del greggio che si mantiene su valori elevati rispetto allo stesso periodo del 2016.

Per quanto riguarda gli incassi contributivi, nei primi otto mesi del 2017 questi si sono attestati a 150.180 milioni di euro, in aumento del 3,6%. Nel dettaglio, le entrate dell’Inps risultano pari a 138.358 milioni (+3,2%), anche grazie al versamento della prima rata della definizione agevolata delle cartelle. Le entrate contributive degli enti privatizzati risultano pari a 5.537 milioni (+0,8%). Gli incassi dell’Inail si sono invece attestati a 6.285 milioni di euro, con un incremento di 856 milioni di euro (+15,8%) rispetto al 2016.

© Riproduzione riservata

Fonte: ilSole24ore



WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com