I cartelloni che si leggono dall’autostrada sono pericolosi

I cartelloni che si leggono dall’autostrada sono pericolosi

Stop all’abitudine di alcune imprese di mettere sul tetto grandi insegne con nome della ditta ma con lo scopo di essere voste da chi passa in autostrada. Per il Consiglio di Stato (sentenza numero 4867/2017) si tratta di insegne pubblicitarie e vietate dal Codice della Strada (articolo 23), perché fonte di possibile distrazione per chi si guida.
La vicenda affrontata dalla giustizia amministrativa riguardava il contenzioso avviato da un’azienda che produce latticini e che aveva messo bene in vista l’insegna “XXXXXXX latte burro e formaggi”. L’azienda aveva chiesto alla concessionaria autostradale di poter mantenere l’insegna ma questa, su conforme parere dell’Anas, lo aveva negato. Il ricorso era già stato bocciato dal Tar.

Il Consiglio di Stato ha chiarito che «Per la sua collocazione (sul tetto dello stabilimento) e il suo concreto orientamento, infatti, la ‘insegna’ di che trattasi – si legge nella motivazione della decisione – non può avere la funzione prevalente di individuare i locali dell’impresa in favore di chi tali locali deve raggiungere, essendo essa in sostanza leggibile solo da chi percorre l’autostrada». Deve, quindi, essere rimossa, «a meno di autorizzazioni dell’ente che gestisce il percorso».

Per il Consiglio di Stato, infatti, la rimozione va eseguita perché pericolosa e fonte di distrazione per gli automobilisti.
Del resto l’articolo 23, comma 7, del Codice della strada vieta qualsiasi forma di pubblicità lungo e in vista degli itinerari internazionali, delle autostrade e delle strade extraurbane principali e relativi accessi: «7. E’ vietata qualsiasi forma di pubblicità lungo e in vista degli itinerari internazionali, delle autostrade e delle strade extraurbane principali e relativi accessi. (…) Sono altresì consentite le insegne di esercizio, con esclusione dei cartelli e delle insegne pubblicitarie e altri mezzi pubblicitari, purché autorizzate dall’ente proprietario della strada ed entro i limiti e alle condizioni stabilite con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti».

© Riproduzione riservata

Fonte: ilSole24ore



WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com