fbpx
 

L`estinzione del rapporto di lavoro

L`estinzione del rapporto di lavoro

Avv. Vittorio Bove – Il rapporto di lavoro pu interrompersi in caso di licenziamento o in caso di dimissioni.

  1. Licenziamento e dimissioni
  2. I motivi del licenziamento individuale
  3. La giusta causa
  4. Il giustificato motivo

Licenziamento e dimissioni

Dimissioni volontarie

Se la volont di recedere dal contratto proviene dal lavoratore l’istituto da considerare quello delle dimissioni (cosiddette dimissioni volontarie); le dimissioni producono il loro effetto nel momento in cui giungono a conoscenza del datore di lavoro.

Entrambi gli istituti producono come effetto l’estinzione del contratto di lavoro.

Il licenziamento individuale, come atto unilaterale intimato dal datore di lavoro, pu avvenire solo per giusta causa o per giustificato motivo.

La giusta causa

E’opportuno analizzare le cause scatenanti di un licenziamento intimato per giusta causa “in tronco” e senza preavviso art. 2119 c.c.:

assenza ingiustificata del lavoratore oltre i termini previsti;

violenza, disubbidienza, ingiurie, percosse, minacce nei confronti del datore di lavoro, di colleghi e/o di superiori

furto e reati commessi nell’ambiente di lavoro e durante le prestazioni lavorative, danneggiamenti ed altri fatti criminosi al di fuori del rapporto lavorativo, tali da rovinare il rapporto di fiducia tra le parti

attivit lavorativa del dipendente durante la cassa integrazione

rifiuto a trasferimenti in altre sedi di lavoro o rifiuto ad essere assegnato ad altre mansioni, purch queste siano equivalenti e non dequalificanti

altri motivi previsti dal CCNL

Il giustificato motivo

Prima di intimare un licenziamento per giustificato motivo, necessario inoltrare al dipendente un preavviso, in mancanza del quale il datore di lavoro tenuto a corrispondere al lavoratore un’indennit di mancato preavviso.

Giustificato motivo oggettivo

Il giustificato motivo pu essere di tipo oggettivo e subentra nel momento in cui l’azienda versa in condizioni problematiche di natura oggettiva tali da far emergere un’esplicita necessit dell’impresa di apportare una riduzione dell’organico (es.: crisi aziendale) e pu riguardare ragioni inerenti l’attivit produttiva, l’organizzazione del lavoro e il suo regolare funzionamento.

Cause di licenziamento con Giustificato Motivo Oggettivo (con preavviso):

riduzione di personale per problemi legati alla produttivit dell’azienda

per il settore dell’Edilizia, fine dei lavori (o della fase lavorativa) e impossibilit di trasferire i cantieri altrove

soppressione del posto di lavoro per fine lavorazione

nel caso in cui il lavoratore licenziato non possa essere riutilizzato in altro settore aziendale (repechage)

fallimento o liquidazione dell’azienda

cessazione attivit dell’azienda o di una sua filiale

soppressione del posto di lavoro perch antieconomico

riorganizzazione dell’azienda per una gestione pi economica

altri motivo previsti dal CCNL

Giustificato motivo soggettivo

Il giustificato motivo soggettivo invece legato a un notevole inadempimento degli obblighi contrattuali del lavoratore, non cos grave da far cessare immediatamente il rapporto fiduciario tra le parti e giustificare un licenziamento per giusta causa.

Cause di licenziamento con Giustificato Motivo Soggettivo (con preavviso):

rilevante inosservanza degli obblighi contrattuali da parte del lavoratore

il dipendente si presenta sul posto di lavoro non rispettando gli orari comunicati

carcerazione preventiva del dipendente e detenzione per condanna passata in giudicato

assenza per malattia prolungata o superamento del “comporto”

inabilit fisica del lavoratore

Avv. Vittorio Bove

Studio Legale Bove Manni

email: studiolegalebovemanni@gmail.com

Fonte: Studio Cataldi