fbpx
 

Lettera di licenziamento

Lettera di licenziamento

Che cos’ la lettera di licenziamento, come disciplinata dalla legge, quando pu essere redatta, il contenuto in caso di licenziamento con preavviso e senza preavviso e i fac-simili

La lettera di licenziamento un documento con cui il datore di lavoro pone fine al contratto di lavoro a tempo indeterminato o a quello a tempo determinato, prima della scadenza convenuta dalle parti.

Disciplina di riferimento

– Contratti collettivi

– Art. 18 l. 330/1970 “Statuto dei lavoratori”

– Art. 2119 c.c. “Recesso per giusta causa”

– Legge 604/66 “Norme sui licenziamenti individuali”

L’art. 2 della legge 604/66 prevede che il datore di lavoro, sia egli imprenditore o non imprenditore, ha l’obbligo di comunicare il licenziamento al prestatore di lavoro in forma scritta, specificando i motivi che lo hanno determinato in tal senso, poich il mancato rispetto di queste formalit ne comporta l’inefficacia. Una volta redatta e sottoscritta dal datore di lavoro, la lettera di licenziamento deve essere spedita al lavoratore, a mezzo raccomandata per avere la sicurezza dell’intervenuta notifica.

Nei casi in cui al lavoratore viene comunicata in anticipo la decisione di porre fine al rapporto di lavoro, si parla di licenziamento con preavviso. Per “preavviso” infatti si intende il periodo di tempo (variabile in base al contratto collettivo e al tipo di lavoro) che intercorre tra la lettera di licenziamento e l’ultimo giorno di lavoro e che consente al lavoratore di cercare un altro impiego. Costituisce eccezione al licenziamento con preavviso quello per giusta causa, noto come licenziamento “in tronco”, che ha effetto immediato.

Quando si pu licenziare un dipendente?

Innanzitutto il licenziamento legittimo solo se adeguatamente giustificato. Il datore infatti pu porre fine al rapporto con un licenziamento disciplinare, se il lavoratore ha tenuto una condotta colpevole o in malafede.

In base alla maggiore o minore gravit del fatto commesso dal dipendente il licenziamento pu avvenire:

per giusta causa: se il fatto talmente grave che il rapporto non pu proseguire neppure per un giorno (dipendente che aggredisce fisicamente il proprio datore di lavoro);

per giustificato motivo soggettivo: se il fatto commesso dal lavoratore meno grave, ma non consente in ogni caso di proseguire il rapporto di lavoro;

per giustificato motivo oggettivo: se la cessazione del rapporto legata a problematiche aziendali (chiusura di un settore, esternalizzazione di funzioni, crisi di mercato, politica aziendale che prevede un taglio dei costi). Ai sensi dell’art. 3 della legge 604/66 infatti: ” Il licenziamento per giustificato motivo con preavviso determinato da un notevole inadempimento degli obblighi contrattuali del prestatore di lavoro ovvero da ragioni inerenti all’attivit produttiva, all’organizzazione del lavoro e al regolare funzionamento di essa.”

Questo tipo di lettera (vedi fac-simile sotto allegato), da redigersi in duplice copia, una per il dipendente e una per il datore di lavoro, deve contenere le seguenti informazioni:

  • nome e indirizzo dell’azienda;
  • nome e indirizzo del dipendente;
  • introduzione: in cui riassumere il motivo della lettera ;
  • data del licenziamento effettivo;
  • periodo di preavviso;
  • motivo per cui l’azienda manifesta la volont di recedere dal contratto di lavoro.
  • firma del datore e spazio per quella del lavoratore.

Lettera di licenziamento senza preavviso

Se il licenziamento avviene in tronco, per ragioni talmente gravi da impedire la prosecuzione del rapporto, il datore non tenuto a rispettare alcun termine di preavviso. La lettera quindi (v. fac-simile sotto allegato) dovr contenere tutti gli elementi previsti per quella da redigere in caso licenziamento con preavviso, con la sola differenza che non dovr riportare alcun termine di avvertimento, dal momento che il licenziamento ha effetto immediato.

Vai alla guida Il licenziamento

Fonte: Studio Cataldi