fbpx
 

Pensione e Naspi: sono compatibili?

Pensione e Naspi: sono compatibili?

La NASpI non compatibile con la pensione anticipata, di vecchiaia e l’assegno d’invalidit, mentre lo con quella di reversibilit e d’invalidit civile

di Annamaria Villafrate – Chi in pensione e decide di continuare a lavorare, se viene licenziato, ha diritto alla NASpI? La legge Fornero ha stabilito che chi raggiunge i requisiti pensionistici decade dal diritto alla NASpI. Trattasi infatti di trattamenti incumulabili, cos come previsto anche per i Co.co.co che, titolari di pensioni dirette, decadono dal diritto dalla Dis-coll. La regola della incumulabilit invece non vale per i titolari di pensione di reversibilit o invalidit.

Indice:

  1. Pensione e lavoro: possono coesistere?
  2. NASpI: che cos’?
  3. NASpI: a chi spetta?
  4. NASpI: chi ne escluso?
  5. Legge Fornero: no alla NASpI per alcuni pensionati
  6. NASpI: con quali pensioni compatibile?

Pensione e lavoro: possono coesistere?

Chi in pensione, nel rispetto di certi limiti, pu continuare a lavorare. Dal 2008 infatti la pensione si pu cumulare con i redditi da lavoro. Questo comporta il versamento di altri contributi che andranno ad aumentare l’importo della pensione una volta che il lavoratore pensionato cesser definitivamente di lavorare. Cosa accade per al pensionato che a un cento punto viene licenziato? Pu percepire anche lui, come i disoccupati involontari, la NASpI? Cerchiamo di fare chiarezza.

NASpI: che cos’?

La NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego) l’indennit mensile di disoccupazione, che viene riconosciuta su domanda dell’interessato in caso di eventi di disoccupazione involontaria decorrenti dal 1 maggio 2015.

NASpI: a chi spetta?

La NASpI pu essere richiesta dai lavoratori subordinati che hanno perso involontariamente il lavoro se:

  • nei quattro anni precedenti lo stato di disoccupazione involontaria hanno maturato almeno 13 settimane di contributi;
  • hanno svolto 30 giornate di lavoro effettivo nell’ultimo anno.

NASpI: chi ne escluso?

I soggetti che non hanno diritto alla NASpI sono i lavoratori che, pur in presenza dei requisiti richiesti per richiederla:

  • hanno maturato i requisiti per la pensione di vecchiaia o anticipata;
  • percepiscono l’assegno ordinario d’invalidit, a meno che non preferiscano fare domanda per la NASpI.

Legge Fornero: no alla NASpI per alcuni pensionati

La Legge Fornero n. 92/2012 ha stabilito la decadenza dall’indennit di disoccupazione per i lavoratori che raggiungono i requisiti per la pensione. Decade pertanto dall’indennit di disoccupazione il lavoratore:

  • che ha diritto alla pensione di vecchiaia o anticipata;
  • titolare del diritto all’assegno ordinario d’invalidit e non sceglie la NASpI. Questo perch la sentenza n. 234/2011 della Corte Costituzionale ha riconosciuto all’assicurato il diritto di poter scegliere tra l’assegno ordinario d’invalidit e l’indennit di disoccupazione per il periodo di disoccupazione indennizzato, sancendo cos l’impossibilit di cumulare le due prestazioni.

Stesso discorso per i Co.Co.Co in pensione, che non possono beneficiare della Dis-coll, l’indennit di disoccupazione prevista in favore dei collaboratori coordinati e continuativi che si trovano in uno stato di disoccupazione involontaria. Anche per loro infatti prevista la decadenza dalla Dis-coll se titolari di trattamenti pensionistici diretti, o di assegno ordinario d’invalidit, a meno che chi lo percepisce non opti per la Dis-coll.

NASpI: con quali pensioni compatibile?

La NASpI compatibile con le pensioni d’invalidit e reversibilit. E’ previsto infatti che il titolare di pensione d’invalidit o di reversibilit, se perde il lavoro, pu avanzare domanda per ottenere la NASpI, purch in possesso dei requisiti richiesti per il suo riconoscimento.

Per approfondimenti leggi:

– Chi ha la pensione pu lavorare ancora?

– NASpI: guida all’indennit di disoccupazione

– Dalla Naspi al Dis-Coll: guida ai nuovi ammortizzatori sociali

– Naspi 2018: spetta anche in caso di dimissioni?

Fonte: Studio Cataldi