fbpx
 

Per Cassa forense un avanzo di esercizio di 734,6 milioni e un patrimonio di 11,9 miliardi

Per Cassa forense un avanzo di esercizio di 734,6 milioni e un patrimonio di 11,9 miliardi

Cassa forense ha approvato oggi il bilancio 2018, con un avanzo d’esercizio di 734,6 milioni di euro. Il patrimonio netto
sale quindi a 11.894 milioni di euro (era di 11.159 milioni di euro del 2017). Nel 2018 le entrate contributive sono state
di 1.632 milioni di euro, in calo rispetto ai 1.678 milioni di euro del 2017. Su questo risultato incide l’azzeramento nel
conto economico dei “contributi integrativi-minimi obbligatori” temporaneamente abrogati per il quinquennio 2018-2022.
La spesa per pensioni sale nel 2018 a 820 milioni di euro, la spesa per l’assistenza si attesta sui 63 milioni di euro. Gli
iscritti alla Cassa al 31 dicembre 2018 sono 243.073 e il reddito professionale Irpef medio annuo prodotto nel 2017 pari
a euro 38.620, con un incremento dello 0,5% rispetto all’anno precedente.

Il parziale rinnovo del Cda

Dopo l’approvazione del bilancio, il Comitato dei Delegati ha provveduto al rinnovo parziale del Consiglio di Amministrazione.
Sono stati eletti Consiglieri di Amministrazione per il quadriennio 2019/2022 gli Avvocati Luigi Bonomi dell’Ordine Forense
di Varese, Camillo Cancellario dell’Ordine Forense di Benevento, Giulio Pignatiello dell’Ordine Forense di Foggia, Roberto
Uzzau dell’Ordine Forense di Sassari, Nicolino Zaffina dell’Ordine Forense di Lamezia Terme. Restano in carica il Presidente
Avv. Nunzio Luciano dell’Ordine Forense di Campobasso, e i Consiglieri di Amministrazione Avv. Gianrodolfo Ferrari dell’Ordine
Forense di Como, Avv. Giuseppe La Rosa Monaco dell’Ordine Forense di Catania, Avv. Valter Militi dell’Ordine Forense di Messina,
Avv. Giulio Nevi dell’Ordine Forense di Latina, Avv. Annamaria Seganti dell’Ordine Forense di Genova. Il nuovo Consiglio di
Amministrazione si insedier dal 15 maggio.

© Riproduzione riservata

Fonte: ilSole24ore