fbpx
 

Permesso di soggiorno allo straniero? Basta la convivenza con l’italiano

Permesso di soggiorno allo straniero? Basta la convivenza con l’italiano

Per ottenere il permesso di soggiorno, allo straniero extracomunitario basta dimostrare la convivenza con un cittadino italiano.

Lo afferma il Consiglio di Stato (sulla scia della sentenza della Cassazione 44182/2016) con la sentenza 5040 del 31 ottobre 2017, nella quale ha esaminato il caso del rifiuto di concedere il permesso di soggiorno da parte di una Questura, per il fatto che l’extracomunitaria aveva presentato un contratto di colf (fittizio) che non dava reddito sufficiente secondo i parametri di legge.

In realt, come aveva del resto dimostrato la cittadina extracomunitaria gi in sede di presentazione della domanda, si trattava di un duraturo rapporto affettivo di convivenza con un italiano. Quindi, per il Consiglio di Stato, nonostante la sostanziale natura fittizia del rapporto di collaborazione domestica, ma a fronte di un rapporto di convivenza evidente e dichiarato, la Questura avrebbe dovuto valutare, ai sensi dell’art. 5, comma 9, del d. lgs. n. 286 del 1998, il rilascio di un permesso di soggiorno per motivi familiari ai sensi dell’art. 30, comma 1, lett. b), del d. lgs. n. 286 del 1998. E ha confermato la sentenza del Tar Lombardia che aveva gi seguito lo stesso ragionamento.

© Riproduzione riservata

Fonte: ilSole24ore