fbpx
 

Regime forfettario? Non accede chi ha un reddito estero oltre 30mila euro

Regime forfettario? Non accede chi ha un reddito estero oltre 30mila euro

Il quesito.Sono un cittadino di nazionalit tedesca: fino allo scorso marzo ero residente e lavoravo in Germania. Nel 2017 ho quindi
percepito redditi esteri da lavoro dipendente superiori a 30mila euro. Ad aprile 2018 ho trasferito la residenza in Italia.
Posso aprire una partita Iva in regime forfettario, oppure l’accesso mi negato, visto che il reddito percepito nel 2017
superiore al limite?

L.G. – Torino

La risposta. L’applicazione del regime forfettario preclusa ai soggetti che nell’anno precedente abbiano percepito redditi di lavoro
dipendente e assimilati per un importo eccedente il limite di 30mila euro (articolo 1, comma 57, lettera d–bis, della legge
190/2014). Dunque, nel caso in esame, la risposta negativa: niente accesso al forfait.

La risposta potrebbe essere positiva, per, se quello esposto dal lettore rientrasse tra i casi in cui il limite dei 30mila
euro non opera. Per esempio, qualora il rapporto di lavoro dipendente sia cessato nel corso dell’anno precedente: sempre che
non sia stato percepito, nel medesimo anno, un reddito di pensione che – in quanto assimilato al reddito di lavoro dipendente
– assume rilievo, anche autonomo, ai fini del raggiungimento della soglia.

Nell’imporre tale condizione, la norma fa genericamente riferimento alla nozione di redditi di lavoro dipendente, senza disporre
alcun esonero in relazione alla residenza del percettore o alla territorialit di tali redditi.

Il quesito tratto dall’inserto L’Esperto risponde, in edicola con Il Sole 24 Ore di luned 20 agosto.

Consulta L’Esperto risponde per avere accesso a un archivio con oltre 200mila quesiti, con relativi pareri. Non trovi la risposta al tuo caso? Invia una nuova domanda agli esperti.

disponibile la nuova app del Sole 24 Ore scaricabile gratuitamente da Apple Storeo Google Play

© Riproduzione riservata

Fonte: ilSole24ore